Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa 

Comunicato stampa sull'uso del simbolo e del nome del Movimento 5 Stelle

Melfi - Mentre si verifica l’ennesimo incidente sulla Potenza-Melfi, apprendo dalla lettura dei giornali locali di una sterile polemica in atto sull'assenza del sindaco di Melfi, Valvano, ad una riunione, avente ad oggetto proprio lo stato dell'arteria, di questo e non di altro trattasi.

Apprendo, quindi, che su un problema serio e di vitale importanza (purtroppo nel senso letterale del termine), anziché adoperarsi e lavorare per impedire che altro sangue sia versato sulle strade poco sicure della nostra regione, viene montato un dibattito più o meno acceso su un presunto disinteresse o disimpegno del primo cittadino di un paese, distraendo l'attenzione da una questione importantissima ma sulla quale, ultimamente, tutti ci hanno speculato, guarda caso in prossimità delle regionali.

Preciso, pertanto, che «il Movimento 5 Stelle di Melfi si dissocia dal comunicato a firma "Melfi 5 Stelle" o "Attivisti Melfi 5 Stelle”, poiché assolutamente non in linea con l'attività politica svolta dagli attivisti del M5S di Melfi e dall'unica portavoce locale del Movimento 5 Stelle, Angela Bisogno».

Questi sono articoletti, che hanno l’unico scopo di cercare un po’ di visibilità per qualcuno che millanta il ruolo di attivista, in vista delle prossime elezioni regionali, rappresentano un danno per l’immagine del M5S di Melfi che in questi anni ha lavorato seriamente e con coscienza nell’interesse dei cittadini.
Puntualmente coloro che rivestono una carica politica locale o ambiscono ad essa, si ricordano dei problemi infrastrutturali a pochi mesi dalle elezioni, in questo caso le regionali 2018, promuovendo tavoli, incontri, convegni che sono accomunati da un unico dato, la sterilità.

Questo è ciò che sta succedendo in queste ore, questi sono i rumori dei motori della macchina elettorale che si sta mettendo in moto.

Ecco che temi importanti (purtroppo ne vedremo diversi), che meritano attenzione e una solerte soluzione (finalmente) come la SS n.658 Melfi/Potenza, (denominata “strada della morte”), diventano oggetto di speculazioni da campagna elettorale, alla pari delle buche stradali.

L'unica soluzione é stanziare fondi e prevedere nella programmazione pluriennale le varie fasi di progettazioni (preliminare, definitiva ed esecutiva), individuare RUP, bandire gare, tutto ciò è stato fatto? Ovviamente no!

Sono stati interessati tutti i soggetti (CIPE per i soldi, ANAS per la programmazione e progettazione, Comuni ed enti territoriali per espropri delle aree interessate ed altri adempimenti)? Ovviamente no!

Basta speculare su problematiche importanti. Noi cittadini non tolleriamo più false promesse ed io come portavoce del M5S non posso permettere che chiunque parli a nome mio o del M5S di Melfi, soprattutto non posso tollerare che lo faccia un gruppetto di facinorosi che pur di avere un po’ di visibilità, scriva un articoletto inconcludente così come il tavolo tecnico, convocato da un assessore al solo fine di farsi altrettanta pubblicità, in vista della prossima campagna elettorale.

Invito il sindaco di Melfi, Livio Valvano, a moderare le sue reazioni ed a distinguere l'attività del Movimento 5 Stelle di Melfi da quella di sedicenti attivisti. Invece di perdere tempo nel cercare di screditare il M5S si impegni, per quanto in suo potere, a risolvere il problema.

È inaccettabile che il sindaco si scagli contro il Movimento 5 Stelle di Melfi che non spreca tempo in miseri articoletti ma si adopera da sempre in attività utili, mettendoci l’anima, il tempo e le proprie risorse, per aiutare i cittadini e per una rivoluzione gentile.

Il Movimento 5 Stelle di Melfi non recrimina al sindaco l’assenza a questo specifico "tavolo tecnico", ma la sua assenza in tutti questi anni (nonché quella di tutte le altre figure istituzionali), in merito a tale problematica, e quindi per non aver preteso, nei precedenti anni della sua amministrazione, da Anas, e dall'allora sottosegretario ai LL. PP. Nencini (suo compagno socialista) un impegno serio e concreto che non fosse solo la passerella fatta in occasione delle comunali del 2016.

Come portavoce del M5S a Melfi mi impegnerò a veicolare le idee e le necessità dei cittadini nelle sedi opportune con dati e contenuti concreti e soprattutto senza velleità elettorali per le prossime elezioni regionali alle quali non sarò candidata. Intendo portare a termine il mio mandato di consigliere comunale e tener fede agli impegni presi con i cittadini di Melfi e non solo per rispetto ad una regola interna del M5S.