Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa 

La chiusura della chirurgia ortopedica dell'ospedale di Melfi priva di un importante servizio un bacino di circa 70 mila cittadini del Vulture-Melfese

La chiusura della chirurgia ortopedica dell'ospedale di Melfi priva di un importante servizio un bacino di circa 70 mila cittadini del Vulture-Melfese

Chiuse le attività di chirurgia ortopedica dell'ospedale di Melfi

 

Lo ha annunciato l’Azienda sanitaria di Potenza con una nota in cui scrive che "si dispone, in via temporanea e provvisoria e fino all’assunzione di ulteriore dirigente medico, la sospensione delle attività di ricovero ordinario e chirurgiche in acuto presso l'unità di Ortopedia del Psa di Melfi. Resta intesa la prosecuzione delle attività in Day Surgery e ambulatoriali.”

Questa chiusura è un grave e serio danno alla cittadinanza di Melfi e ad un bacino di circa 70 mila abitanti che, seppur con delle criticità, aveva a disposizione un importante presidio medico di terapia e chirurgia ortopedica, in un territorio caratterizzato dalla presenza di un polo industriale che fa sovente ricorso ai servizi offerti dal reparto di ortopedia dell’ospedale federiciano.

Tutto l'opposto del paventato potenziamento dell’organico che il sindaco di Melfi, Valvano, pubblicizza sul suo blog dove ha scritto che “sono in corso procedure per rinforzare l’organico prendendo altri due medici ortopedici”.

Altro che rinforzare l’organico.  Qui si sta smantellando un reparto trasformandolo in mero ambulatorio. Un servizio che potrà garantire solo la terapia in orario diurno, perché si preannuncia anche l’addio alla reperibilità per i due ortopedici ancora in servizio a Melfi con la conseguenza che se un cittadino si rompe una gamba dopo le ore 20.00 il pronto soccorso sarà costretto a trasportare il paziente fino a Potenza, con tutti i rischi e le conseguenze del caso.

Provate ad entrare nell’ormai ex-reparto di ortopedia ed a chiedere se è possibile ricoverarsi anche solo per essere operati per un alluce valgo, vi sentirete rispondere che non è possibile.

Oppure provate a telefonare al Cup (Centro Unico di Prenotazione), vi sentirete addirittura dire che l’ortopedia di Melfi non compare più tra le disponibilità.

In questa situazione di incertezza per le sorti dell’ospedale, il giorno 26 si terrà una seduta straordinaria del Consiglio comunale di Melfi durante il quale si parlerà proprio dell’Ospedale di Melfi e del riordino del sistema sanitario. Il Consiglio Comunale sarà aperto agli interventi dei cittadini e si presume anche la partecipazione del presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella.

Siamo davvero curiosi di sentire quale racconto fantastico vorranno propinarci questa volta il governatore lucano e il sindaco Valvano.


 

Rassegna stampa

La Gazzetta del Mezzogiorno

La Nuova del Sud

Il Quotidiano del Sud

Seguici su Facebook  Seguici su Twitter  Seguici su Google+  Seguici su YouTube  Iscriviti al nostro Feed RSS

Cerca nel sito

Accedi/Registrati

Puoi accedere e/o registrati in pochi secondi utilizzando il tuo account ai social network

   


Oppure clicca su Registrati per creare un nuovo account su www.melfi5stelle.it