Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa 

IUC 2018 - Intervento in Consiglio Comunale

iuc 2018

«Finalmente il sindaco ha ammesso l'errore nelle tariffe adottate per il calcolo della TARI. Ma mentre per quanto riguarda gli alberghi ha ridotto le tariffe perché aveva preso un impegno con gli albergatori, con i cittadini ancora non ha preso l'impegno di rimborsare le quote non dovute sulla TARI 2014, 2015, 2016 e 2017.

Ci tengo a precisare che l'interrogazione fatta al Mef sugli errati metodi di calcolo della tariffa TARI, è stata depositata da un parlamentare del M5S.

Ricordo al sindaco, che il ministero, che lui ha tanto criticato per aver fatto cose inique, appartiene alla stessa parrocchia di questa amministrazione di maggioranza, inoltre vuol far passare come equo un errore: cioè coloro che hanno una moderata abitazione con una pertinenza devono pagare come se avessero due abitazioni.

Infine ha appena detto che i cittadini che hanno pagato di più potrebbero rimetterci altri soldi, anziché programmare come e quando questa amministrazione intende rimborsare i cittadini che nel 2014, nel 2015, nel 2016 e nel 2017 hanno pagato importi non dovuti a causa di bollette mal calcolate.

Non mi stupisce che questa amministrazione, che si vanta di essere infallibile, non abbia ammesso l’errore nel calcolo delle bollette appunto degli anni 2014, 2015, 2016 e 2017.

Agli esperti della politica ci permettiamo sommessamente di consigliare, per il futuro, di chiedere l’opinione direttamente al Ministero anziché affidarsi all'Associazione dei Comuni. Mi perdonerete l’esempio, ma lo faccio per semplificare, è come se per decidere di un rigore si ricorresse all'opinione dell’Asso Calciatori invece che all'arbitro o alla VAR.

Concludo ponendovi alcune domande relative alle aliquote della TARI:

Per quanto riguarda le tariffe delle utenze NON domestiche, in commissione mi sono sentita dire che esse sono fissate dal Ministero, questa affermazione non trova fondamento. Le aliquote sulla quota fissa e su quella variabile sono definite dall'ente (in modo discrezionale partendo da una base definita da una tabella ministeriale), in questo caso dal Comune di Melfi, quindi voglio sapere da voi il perché tra le utenze NON domestiche, alla voce Cinema e teatri c’è un’aliquota RIDICOLA, lo 0,3 sulla quota fissa e lo 0,2 su quella variabile, praticamente come dire, per Cinema e teatri la TARI è gratuita. Mi domando come faccia, secondo voi, un Cinema o un teatro a generare meno rifiuti di un museo.

Riguardo alla riduzione delle aliquote sulla TARI, di cui vorreste anche vantarvi, vorrei aggiungere che casualmente e voglio sperare non causalmente, mentre lo scorso anno c’è stato un aumento, quest’anno troviamo una riduzione, seppur minima, che era facile prevedere, fosse deliberata giusto in occasione delle elezioni.

Troppe volte abbiamo sentito dire a quest'amministrazione "POI".

ADESSO pretendiamo che si proceda. OGGI, ORA e non domani o chissà quando, l'impegno di rimborsare i cittadini per le bollette mal calcolate della TARI negli anni 2014, 2015, 2016 e 2017.»

Seguici su Facebook  Seguici su Twitter  Seguici su Google+  Seguici su YouTube  Iscriviti al nostro Feed RSS

Cerca nel sito

Accedi/Registrati

Puoi accedere e/o registrati in pochi secondi utilizzando il tuo account ai social network

   


Oppure clicca su Registrati per creare un nuovo account su www.melfi5stelle.it